Pagine

martedì 2 dicembre 2014

ANNICCO: SICUREZZA ZERO - 30

Interrogazione sul Livello di

 Sicurezza Nel territorio comunale e sull'attività

 di contrasto ai di furti in abitazione


risposta


11 commenti:

  1. Non sono uno di quelli che rimpiage il precedente assessore/sceriffo ma è evidente che la situazione è stata sottovalutata,forse per inesperienza o per una sbagliata valutazione,non sta a me giudicare.I furti che si sono rapidamente susseguiti in questi giornii non sono episodi anomali per il periodo e per il territorio.Il tentativo iniziale di classificarli come normale routine non ha certo tranquillizzato i cittadini,se poi ci mettiamo uno striminzito messaggio sul profilo facebook della lista di maggioranza e i due articoli pubblicati sulla Provincia che hanno suscitato un ulteriore inasprimento dell'angoscia negli annicchesi,il risulato non poteva essere che questo.Il blog della minoranza e i social hanno solo fatto da casa di risonanza ad un malessere generale che è evidentissimo in paese.Spero che il Sindaco o chi da lui delegato risponda nel consiglio comunale di giovedì a questa interrogazione presentata dalla minoranza ma richiesta a gran voce da tutta la cittadinanza.

    g.

    RispondiElimina
  2. Cosa pensate vi rispondano?Diranno quanto gia dichiarato sul gionale."L'amministrazione sta facendo tutto il possibile nei limiti delle sue competenze".Non dimentichiamoci che stiamo pagando una scelta che per cinque anni ci ha isolati nella gestione della sicurezza,Quella decisione (politica) voluta dalla precedente maggioranza e non solo si è dimostrata poco lungimirante ed è servita solo ad appagare l'ego e il narcisismo di un assessore.e di qualche contestatore.Grazie al cielo sembra che ora si pensi ad una nuova aggregazione dei servizi.

    RispondiElimina
  3. Ci sono notizie che bisognerebbe trovare sulle pagine di questo blog per almeno due decenni consecutivi. Sono quelle notizie che di colpo ti risolvono problemi a cui ti eri rassegnato da tempo ad accettare come inevitabili. Ogni giorno la scienza scopre qualche cosa di nuovo per il nostro benessere. Questa è, forse, la più importante scoperta degli ultimi 150 anni. E lo dobbiamo, come al solito, ai potenti mezzi di un blog politico. Non ne facciamo il nome, perchè loro sono persone modeste e non vogliono pubblicità. Ma hanno davvero avuto l'intuizione che cambierà la storia di Annicco. La vera colpa di questi continui furti in paese, per non parlare delle destabilizzanti risse serali, è dovuta al fatto che questo paese è uscito anni fa dall’Unione dei comuni del soresinese. Incredibile! Di colpo dopo anni di sonnolenza a qualcuno è tornato in mente l’Unione. Ma……! Sarà la stessa unione che ci costava SESSANTAMILA EURO l’anno di cui CINQUANTAQUATTROMILA EURO SOLO IN VIGILANZA? No impossibile. Ma se calcoli alla mano “transitavano” per Annicco all’incirca dieci minuti la settima i “nostri“ vigili. Come sarà mai possibile. Ma…..! Che strana unione e…… che strana quella nuova convenzione stipulata a suo tempo dai vertici (soresinesi) con Olmeneta e Corte de Frati che avrebbe ridotto ulteriormente la sicurezza (??). Possibile che sia quella di unione? Ma….! Allora si che eravamo al sicuro, tanto al sicuro che basta spulciare il giornali La Provincia di allora per trovare articoli di cronaca nera, su Annicco, quasi giornalmente. Ma……..!

    FioreRosso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so quanto volutamente ma quello che scrive smentisce la dichiarazione del Sindaco in coda all'intervista sul giornale di qualche giorno fa.Riporto l'ultima frase:
      "L'Unione ci da poi l'opportunità di cercare nuovi fondi in Regione per la sicurezza"
      Sicuro che come spulcia i vecchi giornali riesca a rileggere anche quelli più recenti e visto che c'è provi a dare una spulciata a quelli degli ultimi cinque anni.

      Elimina
  4. Speriamo che la "Nuova" Unione dei Comuni,che non è altro che l'affiliazione di Annicco e Azzanello ai comuni superstiti della vecchia Unione Lombarda Soresinese costi meno e produca di più

    RispondiElimina
  5. Sarà uguale. Sei comuni, per non dire sette, con quattro o cinque vigili nelle migliori delle ipotesi darà la stessa equazione della vecchia unione, in fatto di sicurezza. Avremo alcuni servizi con un leggero risparmio ma di certo non la sicurezza che ognuno di noi, in cuor suo, si augura. Non c'è soluzione al "problema", inutile illudersi. Se non implementano l'organico i carabinieri e la polizia con conseguente aumento del controllo del territorio non cambierà nulla. E purtroppo non ci sono soldi per far questo. Mi ripeto, per Annicco non cambierà nulla in fatto di sicurezza con l'entrata nell'Unione..

    FioreR.

    RispondiElimina
  6. Credo che una maggiore presenza dei vigili e magari un buon coordinamento tra forze di polizia sul territorio possa funzionare,anche solo in parte,come deterrente.Non sarà la soluzione ma è pur sempre meglio di niente.Detto questo in riferimeto al precedente commento di FioreRosso sui costi e l'incidenza dei vigili della vecchia Unione che presumo siano veritieri,per correttezza andrebbero comparati con i costi e l'incidenza della convenzione con Soresina fatta dalla passata amministrazione di Annicco.Per concludere,sperando nell'onestà di giudizio di chi riterrà opportuno rispondere,per quale assurdo motivo questa nuova amministrazione che si definisce fuori dai giochi di partito e dalla politica ha ritenuto opportuno rientrare nell'Unione tanto criticata,perchè inutile e politicizzata,anche da esponenti di rilievo molto vicini all'attuale maggioranza?

    g.

    RispondiElimina
  7. dato per scontato che il nostro sindaco è un vigile in" distacco" e che i furti avvengono quasi sempre nelle ore del buio quando i vigili non ci sono,ritengo sia un problema di "integrazione"
    fra carabinieri e polizia....e non certamente perchè manca uno sceriffo....

    RispondiElimina
  8. Ma cosa ha risposto il sindaco all'interrogazione,sulla sicurezza??????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La risposta mi sembra un semplice copia/incolla dell'articolo apparso sul quotidiano "La Provincia" il mese scorso. Nel frattempo la cittadinanza continua a chiedersi quali sarebbero le tanto millantate "azioni messe in atto dall'amministrazione in collaborazione con le forze dell'ordine". Sostenere poi che il paese è molto pattugliato (quando alle 21,00, per paura, sembra scattare il coprifuoco) e che l'insicurezza riguarda solamente le povere vittime, resta un'opinione molto discutibile. L'unico vero "paladino della sicurezza", nella fattispecie, sembra essere il nostro sindaco (e il suo entourage) che continua a sminuire il problema e la gravità dei fatti accaduti. Non ci resta che pazientare un altro poco e sperare nei miracolosi mezzi dell'unione, nell'attesa: si salvi chi può !!!!!

      thevoice

      Elimina
  9. Nel frattempo siamo arrivati a otto,
    ma per qualcuno siamo tutti psicotici.

    RispondiElimina