Pagine

domenica 1 luglio 2012

BRAVI AMMINISTRATORI! LA GIUNTA DI ANNICCO HA ACQUISTATO LE QUOTE


Marco Ghirri, (“Rinnova Soresina!”) ha diffidato l’amministrazione comunale che non ha consegnato il Piano industriale dell’ex municipalizzata Aspm. Se il documento non sarà consegnato entro cinque giorni “Rinnova Soresina!” presenta denuncia. 
Con la presente vi invio copia della lettera di diffida che verrà protocollata in Comune domani sabato 30 giugno.
Come saprete mercoledì in consiglio la maggioranza “aggrappandosi” alla deroga concessa dal governo per l’approvazione dei bilancio previsionale 2012 ha rinviato i punti inerenti.
Ma è possibile che non si sappia determinare il bilancio ‘ previsionale ‘ dopo 6 mesi di attività comunale ? La verità ancora una volta e’ l’incapacità programmatica, ma anche il fatto che il “dissesto” presente nei Bilanci delle società ex-Aspm ha necessariamente delle ripercussioni sul bilancio comunale. Il sindaco non rispettando il diritto d’informazione dei consiglieri, ci nega il Piano Industriale della Aspm protocollato in Comune. Per tale motivo se non otterremo tale documento che sicuramente fotografa la situazione del dissesto avvenuta nella gestione del centrodestra Bassorizzi/Cremaschini/Lupinacci procederemo presso le autorità competenti.
Già dai bilanci in nostro possesso si evidenzia :
1)    Un debito bancario al 31/12/2011 al limite dei fidi di cassa concessi pari a 5,4 milioni di euro!! Cresciuto di 3,6 milioni dal debito presente al 31/12/2007.
2)    Per il terzo anno consecutivo il bilancio di Soresina Reti e Impianti chiude con una perdita, che tolti i ricavi straordinari, ammonta a – 337.000 euro.
3)    Si ricorda che già nel 2009 e nel 2010 vi erano state delle perdite.
In conclusione crediamo che il negarci i documenti come avviene per la Casa di Riposo vuole mascherare l’incapacità gestionale delle aziende. Invece di chiedere aiuto e mettere a conoscenza i cittadini della situazione si vuole far trascorre il tempo, non sapendo che così ci si avvicina al punto di non ritorno per entrambe le aziende ex-pubbliche di Soresina. Se sarà necessario andremo alle autorità competenti perché è nostro dovere informare e cercare di far capire che serve un punto di svolta e una ristrutturazione che deve essere fatta da persone “competenti” senza tessere e senza la politica degli amici degli amici.
Marco Ghirri

13 commenti:

  1. E quei volponi dei nostri amministratori hanno pensato bene di scegliere ASPM Soresina al posto di SCS Crema. Lungimiranza e acume politico al nostro sjndaco non fanno certo difetto.

    RispondiElimina
  2. Se non sbaglio la provincia di oggi riporta che la documentazione è stata consegnta......
    Su "La Provincia" si è scritto molto a riguardo anche di SCS.........

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Premessa la mia limitata competenza in materia e visto che tu sembri molto informato,permettimi una domanda.Se il bilancio della ASPM SORESINA è stato presentato in questi giorni con quali garanzie la maggioranza di Annicco nei mesi scorsi ha votato l'acquisizione delle quote di questa società?

      Elimina
  3. Scusa ma non sono informato.....avevo solo letto "La Provincia" e poi ho visto il post.....

    RispondiElimina
  4. Cerco di fare un po' di chiarezza.Si sta parlando del Piano industriale relativo al 2012 non del bilancio che come si evince anche dalla lettera del Sig.Ghirri è noto essendo un atto che ha scadenza il 31/12/2011.Per farla breve il Piano industriale è un bilancio preventivo fatto nella stagione in corso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quindi,pur sapendo della disastrosa situazione economica di ASPM SORESINA,i nostri amministratori hanno deciso di acquistare le quote.
      Deve essere stato molto "convincente"il mio amico Bertusi.

      Elimina
    2. Lo è eccome infatti sembra abbia chiesto il noleggio della cucina della Pro Loco in Piazza Misani per organizzare la festa del PDL. Cosa abbia da festeggiare un partito che sembra afflitto da malattia in fase terminale proprio non lo capisco.
      Io l'avevo detto vedi mio post 14/2 2012

      NUVOLA ROSSA

      Elimina
  5. “Basta leggere – afferma il comunicato – le prime righe del piano industriale 2012-2013 per fotografare che cosa l’amministrazione voleva nascondere e quale pessima gestione economica-finanziaria è stata la gestione Bassorizzi-Ferrari-Ferrari-Cicognini”.

    “Com’è accaduto per la casa di riposo, si è gestito male per cinque anni, e temendo di perdere il Comune e le poltrone sia il Pdl che la Lega nel 2011 hanno taciuto la situazione difficile. Oggi l’aver trascurato i problemi ha reso più grave la situazione e più difficile i margini di risanamento. Brevemente citiamo alcune gravi cause e mancati interventi oggi indicati come possibili rimedi:

    1 – Debiti bancari

    Il debito bancario è passato da 1,8 milioni nel 2007 a 5,4 milioni nel 2011, ma cosa più grave sommando la situazione delle altre tre società arriviamo a 6 milioni di euro!

    Com’è stato possibile? Perché il signor Cremaschini e il signor Bassorizzi insieme agli altri presidenti, oggi riconfermati, non spiegano questa grave situazione?

    Questa situazione genera inevitabilmente un grave onere in termini di interessi finanziari da pagare alle banche: circa 200.000 euro preventivati per il 2012.

    2- Bassa redditività.

    Putroppo l’aspetto reddituale, cioè i ricavi, dal 2007 si sono ridotti: vuoi per le liberalizzazioni vuoi per l’incapacità di stare sul mercato e concorrere con altre realtà del multiutility. Tutto questo ha generato, al netto dei ricavi straordinari, le seguenti perdite:

    nel 2009, 252mila euro

    nel 2010 258mila euro

    nel 2011 337mila euro. In tre anni sono stati bruciati 847mila euro.

    Tra le cause che il cda individua nella relazione del 16 maggio 2012 vi sono la creazione di più società per motivi di legge. Più avanti si leggerà che per le poltrone di queste società e gli organi necessari si potevano risparmiare circa 60mila euro per società. Alllora vista la difficoltà perché i vari componenti politici delle società in questi anni di difficoltà non si sono tolti lo stipendio per il bene della collettività?

    3- Crediti verso terzi e servizi al Comune

    Inoltre si danno colpe alla gestione onerosa dei servizi anche verso il Comune e alla mancata capacità di recuperare le somme verso chi non paga. Oggi tramite una società di recupero crediti si vuole cercare un milione di euro!

    Si chiude il cancello quando i buoi/soldi non scappati? (…)

    Ce lo spiega il sig. Bassorizzi e il suo successore sig. Lupinacci che non ha denunciato ai cittadini, proprietari dell’azienda, la grave situazione?

    http://cremonademocratica.org/2012/07/05/soresina-lex-municipalizzata-affonda-tra-i-debiti-bruciati-in-tre-anni-847mila-euro-il-centrosinistra-chiede-a-cremaschini-di-lasciare/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gentilissimo Sig. Filippini, vorrei ricordare che tutti quanti qui si dimenticano una terza figura, che mai viene menzionata, i revisori dei conti.

      Prima di fare commenti, occorrerebbe fare il piccolo sforzo di leggere e capire i bilanci. Ripeto leggere e capire. La lettura del bilancio, comprende anche la Nota Integrativa. Per cortesia, prima di fare commenti, si legga i bilanci.
      Dopo averli letti, legga di nuovo il "piano industriale".

      Quando avra' letto i bilanci, scoprira' qualche "problemino" nella gestione, taciuto e coperto dalla precedente amministrazione (mi riferisco a quella antecedente alla presidenza Bassorizzi).

      Li legga, li legga.

      Cordialita'

      Elimina
  6. Mario Monti ha detto che l’Italia ha intrapreso “un percorso di guerra durissimo contro i diffusi pregiudizi sull’Italia” e “contro gli effetti inerziali di scelte passate”. Il punto più basso fu al G20 di Cannes, l’ultimo con Silvio Berlusconi premier, quando “ in un “clima sgradevolissimo e prossimo all’umiliazione” ci fu “un tentativo di far cedere all’Italia parte della sua sovranità”. E’ allora è bello sentire Alfano dire che nel PdL “c’è un gran movimento di sostegno alla ricandidatura del presidente Berlusconi” che “alla fine deciderà di scendere in campo” perché “per chi come lui ha governato in anni così complessi e ha ceduto il passo a un nuovo governo tecnico senza mai essere stato battuto in aula e senza avere perso le elezioni” è “giusto e legittimo chiedere un giudizio al popolo italiano sulla storia di questi anni e su una nuova chance di governo”. Il berlusclown che ritorna a Palazzo Chigi? Immagina la scena. Pensando alla memoria corta di molti italiani che sono convinti che lo sfascio attuale di questo Paese sia “colpa” di un governo che sta lì da meno di 9 mesi, quando non di Prodi o Bersani, vengono i brividi.
    Nonostante il caldo.

    FioreRosso

    RispondiElimina
  7. e così la festa prov.del P.d.L.si farà ad Annicco ad inizio settembre
    nella "BELLISSIMA"infrastruttura diPiazza Misani(parole di Bertusi)a
    qualcuno saranno fischiate le orecchie,così vedremo,Salini,Rossoni,
    magari anche FORMIGONI...che bello mi si apre il cuore al solo pensiero...
    PASQUINO

    RispondiElimina
  8. siamo alle solite...il nostro caro vice-sindaco ha ricominciato la solita
    solfa...che lui è stanco,che questi amministratori non lo comprendono,(-2)che
    sta valutando di lasciare...che ecc.ecc.tutte cose già viste e riviste...
    cose che succedono 2 anni prima delle elezioni comunali...
    dove lo ritroveremo candidato come al solito, quando questa stucchevole
    commedia finirà....MAH..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi stupisce che un politico navigato come il nostro vicesindaco Andrea Milanesi si lasci andare a queste esternazioni,avrebbe dovuto preventivare questa situazione ed essere consapevole che questa maggioranza pur vincendo la competizione elettorale,grazie a maldicenze e pettegolezzi usati da chi siede vicino a lui in consiglio comunale,non sarebbe riuscita a realizzare lo scarno programma presentato.Ora che sente il fiato sul collo dell'opinione pubblica,considerando anche le numerose defezioni interne,non può abbandonare la nave che affonda nel porto da dove non è mai salpata.

      Elimina