Pagine

venerdì 3 febbraio 2012

ASPM SORESINA IN CRISI GESTIONALE ED ECONOMICA

I NOSTRI AMMINISTRATORI SI SONO CONVENZIONATI CON ASPM, COSÌ PAGHEREMO I DEBITI DI SORESINA

8 commenti:

  1. Sorprendente il fatto che mentre altri abbandonano la nave (poco sicura sembra) altri cerchino di salirvi. Sembra che i torni non tornino a Soresina e allora sorge spontanea una domanda, stiamo facendo il passo giusto con il cambio di gestore? Sono tutelati gli interessi degli annicchesi?

    &&

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sembra che si debba correggere il tiro.
      L'articolo parla di clienti "elettrici" che se ne vanno da ASPM e vanno con altre aziende concorrenti; questo è il risultato delle liberalizzazioni e del cosiddetto "mercato libero".
      A clienti che se ne vanno, ci saranno nuovi clienti che arriveranno.
      Veniamo ad Annicco.
      Da quello che sò Annicco vuole andare con ASPM per i rifiuti, cosa c'entra il fatto dei clienti "elettrici" con il fatto che Annicco vuole legarsi ad ASPM per i rifiuti ? Molti di noi sono passati da Telecom e TIM ad altri operatori telefonici, non perchè erano aziende decotte, ma perchè altri ci facevano condizioni migliori (il più delle volte poi non era vero).
      Mi piacerebbe tanto sapere che debiti dovremmo pagare a Soresina !!!

      Elimina
  2. Sicuramente l'atteggiamento omertoso del sindaco e della sua giunta su questa scelta alimentano molti interrogativi.
    J.J.

    RispondiElimina
  3. Le associazioni annicchesi perderanno il rifiutando, nel 2010 1200 euro, in questi tempi di crisi una discreta cifra. L'amministrazione avrà l'intenzione di "coprire questa perdita" o mentre in altri luoghi si potenzia il volontariato qui si fanno spallucce.

    L'osservatore

    RispondiElimina
  4. Mi permetto di correggerti "Osservatore", probabilmente un errore di battitura, nel 2011 le associazioni annicchesi hanno usufruito di questa iniziativa. Mi auguro che questa amministrazione abbia fatto bene i propri conti, valutando attentamente anche questa perdida nel cambio di gestore, perdita che da sola ammonta a più della metà del contributo complessivo che questo comune elargisce alle proprie associazioni. Sarebbe imperdonabile se così non fosse.

    C.C.

    RispondiElimina
  5. Per ora non mi risulta che sia stata stipulata la convenzione con ASPM. Magari ci ripensano

    RispondiElimina
  6. Si cambia si cambia stai tranquillo

    RispondiElimina
  7. PREMESSO CHE NON SONO MAI STATO UN'AMMINISTRATORE PUBBLICO MA SE UN'AMMINISTRAZIONE VOTA IN CONSIGLIO COMUNALE A FAVORE DELL'ACQUISIZIONE DI QUOTE SOCIETARIE DI UNA MUNICIPALIZZATA CHE SI OCCUPA DELLA RACCOLTA RIFIUTI NON PENSO CHE LO SCOPO SIA QUELLO DI ALLARGARE IL PROPRIO CARNET AZIONARIO.
    SULL'EVENTUALITA' DI UN RIPENSAMENTO TEMO CHE SIA TROPPO TARDI PROBABILMENTE SI STA TEMPOREGGIANDO IN MODO CHE I CITTADINI DIGERISCANO CON CALMA ANCHE QUESTA DECISIONE PRESA SENZA DARE SPIEGAZIONI.

    Pequod

    RispondiElimina