Pagine

sabato 26 novembre 2011

NUOVE UNIONI.....I NOSTRI AMMINISTRATORI SONO STATI LUNGIMIRANTI...BRAVI?!?!?!


Giovedì, 27 Ottobre 2011
QUESTI SONO I NOSTRI AMMINISTRATORI....HANNO SFASCIATO "L'UNIONE DEI COMUNI DEL SORESINESE"...ED ORA LA DEVONO RICOSTITUIRE...MI COMPLIMENTO CON LORO. BRAVI, BRAVI, BRAVI!....


unioni8

43 commenti:

  1. #1 27 Ottobre 2011 - 20:48

    Trovo interessante la possibilità di un ritorno all'unione,permetterebbe di abbassare i costi di gestione dei piccoli comuni.Visti i risultati ottenuti dopo la nostra uscita,mi riferisco alla sicurezza,cavallo di battaglia dell'amministrazione Achilli,penso sia evidente anche per molti annicchesi che questa scelta sia stata dettata solo da motivi politici e non per interesse civico.

    TITA NIC

    RispondiElimina
  2. #2 28 Ottobre 2011 - 14:39

    RUP - Rete unitaria della provincia di Cremona:: www.rup.cr.it/ 20/10/2011 Gestione associata delle Funzioni dei Comuni
    A seguito dell'incontro coi Comuni del 19 ottobre 2011,
    I Comuni devono far pervenire entro il prossimo 4 novembre 2011 aserviziassociati.osservazioni@provincia.cremona.it della Provincia di Cremona le osservazioni rispetto alla documentazione presentata e di seguito allegata.
    Le prossime scadenze previste dalla legge 148/2011 sono:
    entro il 31 dicembre 2011 i Comuni tra i 1.000 abitanti e i 5.000 abitanti devono avere associato almeno 2 funzioni fondamentali;
    dal 13 agosto 2012 avvio della fase in cui cominciano a decorrere, con i rinnovi elettorali, gli obblighi di Unione per i Comuni < 1.000 abitanti;
    entro il 30 settembre 2012 i Comuni devono esercitare tutte le funzioni mediante Convenzione se intendono usufruire dell'eccezione prevista dal comma 16; art.16 L.148/2011.
    I Comuni sono inoltre invitati a:
    verificare quanti e quali Servizi gestiscono già in forma associata;
    individuare a quali Funzioni afferiscono tali Servizi;
    provvedere ad adeguare le attuali forme di gestione associata utilizzando la prescritta forma della Convenzione;
    ricondurre tutte le Funzioni gestite in forma associata all'interno degli ambiti definiti in accordo con la Provincia (AFI) sottoscrivendo la Convenzione Quadro.


    lncontro del 19 ottobre 2011- slide
    La documentazione disponibile - tavole e schema convenzione http://www.rup.cr.it/news/view_message_details.do;jsessionid=D90ECEDC4BA56EBF32D7D8985D20328B?id=1100
    anniccoinforma

    RispondiElimina
  3. come volevasi dimostrare.....ala faccia dei vari TADI,VILLA,ecc.ecc.
    ora il problema e' quanto ci costera'???
    utente anonimo

    RispondiElimina
  4. #4 31 Ottobre 2011 - 13:57

    Le dirò sig.?? che se questa amministrazione è uscita dall'Unione dei Comuni non è certo merito o demerito del sottoscritto. Non ho nessuna carica amministrativa ne sono consigliere di nessuno, mi sono permesso a suo tempo una piccola opinione, spero me la concederà visto che sono annicchese e pago le tasse. Detto questo vorrei farle presente, caso mai le fosse sfuggito, che assieme al comune di Annicco ci sono state altre otto amministrazioni (otto su dieci) che "indipendentemente" hanno fatto la stessa scelta, già questo dovrebbe essere un ottimo motivo di riflessione. Se comunque lei proprio vuole trovare in questa vicenda dei "colpevoli", le consiglierei di allargare il suo orizzonte non prima però di esssersi informato correttamente su tutti gli aspetti di questa delicata questione.
    La saluto cordialmente
    Daniele Villa

    RispondiElimina
  5. #5 31 Ottobre 2011 - 15:42

    Ritengo che tutti possano e debbano esprimere le proprie opinioni, ma prima bisogna informarsi e documentarsi, troppo facile dire: …“assieme al comune di Annicco ci sono state altre otto amministrazioni (otto su dieci) che "indipendentemente" hanno fatto: la stessa scelta”..., in questo caso, anche se altri comuni sono usciti dall'unione, non ritengo sia stata la scelta gusta.
    Ritengo invece che sia stata fatta in primo luogo per motivi politici, infatti le amministrazioni uscite sono tutte di centro/destra, come il comune di Soresina; in secondo le scarse informazioni oggettive assunte dai nuovi amministratori.
    Come ho sempre sostenuto ora questi amministratori dovranno rivalutare e riconsiderare in modo più attento la decisione presa, considerando anche i risultati catastrofici prodotti dalla scelta fatta.

    Maurizio Filippini

    RispondiElimina
  6. #6 31 Ottobre 2011 - 17:25

    I motivi che hanno spinto i comuni interessati ad uscire dall'Unione son ben noti a tutti credo, pochi servizi e il problema vigili che, bench'è insufficienti per un territorio così vasto, si son presi (???) tra le altre cose, l'onere di nuove, insostenibili convenzioni. Da cittadino qualunque non posso permettermi di giudicare nussuno, ma se otto amministrazioni su dieci (ripeto) hanno deciso di delfilarsi avranno avuto i loro buoni motivi, non voglio pensare siano tutti incompetenti o peggio, incapaci. Come dice un vecchio adagio "morto un Papa se ne fa un altro", se si dovrà metter mano ad un'altra Unione non sarà la fine del mondo, si cercheranno nuove alleanze e questa volta, forti della passata esperienza "forse" si eviteranno quegli errori che hanno portato molte amministrazioni a pensare: "meglio soli che male accompagnati".

    Un caro saluto

    Daniele Villa

    RispondiElimina
  7. #7 31 Ottobre 2011 - 18:50

    Le motivazioni che tu citi, fanno parte della disinformazione perpetrata negli ultimi anni da alcuni amministratori e di conseguenza assimilata dalle persone che come te si sono poco informate, nessuno si è mai preso impegno di consultare atti e bilanci prima di trarre conclusioni e giudizi . Come ben sai è molto facile sostenere le critiche, anche se infondate, che l'oggettività, è molto più facile parlare sul sentito dire, il “mi hanno detto”.
    Rimane il fatto che, i servizi svolti precedentemente dall'unione, sicuramente migliorabili, sono totalmente spariti, i comuni non sono riusciti a realizzarli da soli come invece sostenevano.
    Si sono persi tutti i finanziamenti di questi ultimi due anni, gravando così sulle risorse dei comuni.
    Ora, dopo aver distrutto l'Unione, sono costretti a costituirne una nuova!
    Quanto ci è costato e quanto ci costerà tutto questo?

    Ti invito a rileggere i miei precedenti post:
    -UNIONE DEI COMUNI DEL SORESINESE: COME BUTTARE AL VENTO DIECI ANNI DI LAVORO E MIGLIAIA DI EURO
    -Polizia Locale: nel 2010 spreco di 100.000 euro!!

    Maurizio Filippini

    RispondiElimina
  8. #8 01 Novembre 2011 - 12:18

    Non mi stupisce il suo intervento sig. Filippini visto e considerato che Lei è parte in causa, quindi comprenderà che il suo intervento deve essere collocato in un chiaro contesto "di parte". Lei parla di "fatti, bilanci e costi" e questo chiarisce fin troppo bene dove lei vuole andare a parare, qui nessuno a parlato di "fatti poco chiari o bilanci non trasparenti", ma il fatto che Lei si sia sentito in dovere di tirarli in ballo apporta qualche cosa di nuovo alla discussione, infine per parlare di costi Lei saprà meglio di me, visto il suo passato politico, che non sempre il "tutto va per il verso giusto". Per concludere; ho risposto sul suo blog ad un attacco personale che ho ritenuto gratuito, perchè come cittadino annicchese mi auguro di aver facoltà di poter esprimere la mia opinione su qualsiasi questione che comprenda la finalità delle tasse che anch'io puntualmente pago. Chiudo defitivamente qui la questione per non tediare oltre il dovuto i suoi lettori e perchè questo è il passato, ora che conta è il nostro futuro.

    Un cordiale saluto

    Daniele Villa

    RispondiElimina
  9. #9 01 Novembre 2011 - 18:10

    La scelta di uscire dall'unione è stata motivata dall'eccessivo costo che pesava sul comune di Annicco non equivalente ai servizi erogati e all'inefficenza dei vigili,ad oggi i costi sono aumentati ma i servizi sono diminuiti e il vigile non ha aumentato la sicurezza(ne effettiva, ne percepita)in paese,in merito al commento del Sig.Villa(forse Maurizio ha toccato un nervo scoperto)mi permetto di porre un domanda.
    Se un'auto funziona male lei cosa fa?Io prima la porto da un meccanico e chiedo se è possibile ripararla poi eventualmente valuto se è il caso di cambiarla,non vado a schiantarmi a 100km all'ora distruggendola e rischiando di farmi male per poi acqistare un'auto identica di una marca diversa.

    TITA NIC

    RispondiElimina
  10. #10 01 Novembre 2011 - 19:56

    Devo prendere (tristemente) atto che non ho la capacità di trasmettere chiaramente il mio pensiero quando batto sulla tastiera, è un mio limite visto il contenzioso. Lo ammetto ma ci riprovo. Se vogliamo entrare nel merito della questione sono perfettamente d'accordo con Lei sig. "TITA NIC" quando asserisce che il passaggio ad un nostro vigile non ha aumentato la "sicurezza percepita" in paese e che pure i servizi non sono decollati. Mi stupisce invece che Lei scriva che il sig. Filippini deve avermi toccato un nervo scoperto (???), sinceramente non la seguo. Si rilegga i post e scoprirà che è perfettamente il contrario, nasce proprio da qui un contraddittorio a cui il sig. Filippini era estraneo, e nel quale si è inserito arbitrariamente. Per rispondere alla sua domanda mi permetto prima di segnalarle un mio piccolo "vizio" di cui certo non ho l'eslusiva; "Da alcuni anni archivio con meticolosità tutti gli articoli di giornali che riguardano il nostro paese e i paesi limitrofi ed è attingendo da queste "CHIARE" notizie che mi permetto di segnalarle sig. TITA NIC che tutte le amministrazioni uscite anzitempo dall'Unione dei Comuni del Soresinese hanno cercato inutilmente di ripare "l'automobile" da Lei menzionata. Se ne ha la possibilità provi a rileggersi quegli articoli e troverà la risposta alla sua domanda.

    La questione per me è chiusa, lascio ai politici qualsiasi proseguo sulla diatriba.

    Una buona serata.

    D. V.

    RispondiElimina
  11. #11 02 Novembre 2011 - 08:19

    Scusate ma come si può pensare che un solo agente possa migliorare la "sensazione di sicurezza percepita" quando nemmeno le forse dell'ordine, grazie alle leggi garantiste che ci ritroviamo ,ci riescono?
    Capisco lo scontro politico e ci sta, ma valutando i problemi e la possibilità reale di risolverli.
    DEXTER

    RispondiElimina
  12. #12 02 Novembre 2011 - 09:52

    L'unione è un vecchio pallino del Filippini, non mi stupisce che abbia colto al balzo la risposta di Villa per riportare un pò d'acqua al suo mulino. Vorrei ricordare al Filippini (in fatto di costi) di vagliare alcune delle scelte che fece in prima persona quando era amministratore di questo comune, si faccia un giro sulla strada COMUNALE per Luignano e poi faccia un altro giro sulla strada PROVINCIALE per Paderno dove lei sig. Filippini ha investito, a suo tempo, 60mila euro degli Annicchesi e ci dica se non tova uno stridente contrasto tra buona e cattiva amministrazione!

    L'osservatore

    RispondiElimina
  13. #13 03 Novembre 2011 - 12:34

    MA...SCUSA TI DEFINISCI "L'OSSEVATORE"MA MI SA CHE HAI BISOGNO
    DI UN PAIO DI OCCHIALI SE NON HAI VISTO LA DIFFERENZA CHE C'ERA
    AL MOMENTO DEL PASSAGGIO TRA LA SCORSA E L'ATTUALE AMM.

    utente anonimo

    RispondiElimina
  14. #14 03 Novembre 2011 - 15:39

    Come già detto precedentemente credo che tutti possano e debbano esprimere le proprie opinioni e non considero quanto scritto una diatriba, anzi credo che l'esprimere pensieri e idee diverse, il confronto, sia sempre costruttivo e serva a migliorare e a migliorarsi.
    Per quanto mi riguarda non ritengo che i miei interventi siano arbitrari, essendo tu Daniele entrato nel merito, mi è parso legittimo che anch'io potessi esprimere il mio punto di vista, pur come tu dici di parte; essendo appunto parte in causa ed avendo seguito le vicende amministrative per alcuni anni credo di avere una piccola conoscenza della vicenda e pertanto mi sono permesso di confutare alcune dicerie che sono circolate e che a quanto sembra siano ancora in circolo.
    Tengo a precisare che ho citato: atti e bilanci, come strumenti di informazione, quali documenti ufficiali, non paragonabili al “mi hanno detto” o agli ARTICOLI DI GIORNALE, non ho mai parlato ne scritto ne fatto intendere di fatti poco chiari o bilanci non trasparenti, come tu, in modo sibillino fai intendere.
    Ritengo purtroppo che anche nei nostri comuni, molte persone elette a cariche amministrative siano poco preparate e che questi politici non siano in grado di amministrare, come possiamo constatare nell'operato di questa amministrazione.


    Maurizio Filippini

    RispondiElimina
  15. #15 03 Novembre 2011 - 16:03

    Probabilmente qualcuno non ricorda o fa finta di non ricordare quanto detto in passato e quindi torno a ribadire che la sistemazione della strada Annicco -Paderno, viste le condizioni disastrose in cui si trovava andava fatta. Premesso che essendo la strada provinciale, gli interventi sono di competenza della Provincia, quindi le due amministrazioni comunali hanno richiesto al suddetto ente di intervenire. Dopo vari incontri tra i sindaci dei due Comuni e il Presidente Provinciale e dopo ripetuti solleciti per la messa in sicurezza di suddetta strada, l'amministrazione provinciale a fronte di una spesa per la realizzazione dell'intervento di circa 460.000 €, disse chiaramente che le risorse a sua disposizione per tale intervento ammontavano a 340.000 € e pertanto o le due amministrazioni comunali compartecipavano al finanziamento dell'opera oppure si sarebbe fatto nulla. Quindi i due comuni per poter realizzare l'intervento, forzatamente si sono accollati il costo della differenza.
    Voglio ricordare anche l'importanza del collegamento stradale Annicco-Paderno ma soprattutto che sulla suddetta strada transitava e transita il pulmino che trasporta i bambini che frequentano le scuole elementari e medie, e questo fu il motivo primario che ci indusse a prendere la decisione di realizzare la messa in sicureza del tratto stradale
    Ritengo pertanto che il denaro sia stato speso per un intervento estremamente necessario atto a garantire la sicurezza di coloro che vi transitano e in particolar modo dei nostri figli.

    Per quanto riguarda il tratto stradale che conduce a Luignano ritengo che sia l'attuale amministrazione a dover prendersene carico, ricordo che sono ormai trascorsi tre anni dal loro insediamento. Ma forse lei, Sig.Osservatore, ha ragione a non chiedere loro di realizzare questo ne altri interventi, visto che purtroppo non sono stati in grado di realizzare nulla, neppure la normale amministrazione.

    Maurizio Filippini

    RispondiElimina
  16. #16 03 Novembre 2011 - 18:46

    Trovo sempre stupefacente la politica e in modo particolare i politicanti, non trovano mai colpe nel loro operato e se mai ce ne fossero quelle le hanno ereditate dalle amministrazioni precedenti. Se poi hanno perso il comune peggio ancora, tutte le colpe sono di quelli che ora lo amministrano. Una storia vecchia e, purtroppo per noi cittadini, sempre uguale. La verità sig. Filippini è che lei con la scusa del pulmino dei bambini ( se questi pericoli erano così reali perchè non si è recato alla più vicina gendarmeria facendo una sacrosanta denuncia alla Provincia?) ha permesso alla provincia di eludere le proprie responsabilità e successivamente ha "donato" a Paderno Ponchielli 60mila euro dei suoi cittadini. Soldi spesi TUTTI sul territorio comunale padernese mentre la strada comunale per Luignano già giaceva in condizioni disastrose. Il comune di Paderno Ponchielli era talmente senza fondi che qualche mese dopo ha stanziato altri 55mila euro per la propria viabilità interna. Si sono così asfaltati a nuovo sia le strade di Paderno Ponchielli come quelle delle frazioni. Non si è sentito un pò gabbato sig. Filippini dopo questo (insignificante) fatto? Certo che no è chiaro, però credo che molti Annicchesi ci abbiano pensato. Poi, via, dopo le votazioni ci ha ripensato anche lei sig. Filippini, dica la verità.

    L'osservatore

    RispondiElimina
  17. #17 03 Novembre 2011 - 18:57

    Buonasera e ciao a tutti !!!

    Sono stato all'estero per qualche giorno e mi sono perso questo dibattito.

    Cerco di dire qualcosa, anche se con qualche giorno di ritardo.

    Prima di tutto colgo l'occasione per sautare Maurizio Filippini; è tanto tempo che non lo vedo e mi piacerebbe discutere con lui di Annicco.

    Un caro saluto a Daniele Villa, un amico che stimo molto, che vede lontano, anche dove altri vedono solo nebbia.

    Un saluto a tutti i frequentatori del blog.

    .......unione dei comuni......, nel post n. 7 Maurizio Filippini invita a rileggere "Polizia Locale : nel 2010 spreco di 100.000 euro", E' un articolo che conoscevo già, lo avevo letto con interesse a quel tempo.

    C'è solo un problema : chi parla è Marco Ghirri, candidato Sindaco di Soresina alle ultime elezioni, uscito poi sconfitto dall'attuale Sindaco Beppe Monfrini.

    Riporto virgolettato un piccolo stralcio dell'articolo :

    "Come tanto sottolineato l’uscita dall’Unione avrebbe portato miglioramenti per Soresina.
    Il dato economico e i servizi ai cittadini presentano un saldo negativo.
    Con una semplice interrogazione ho saputo che riprenderci in carico i vigili alla luce del preventivo 2010 e dell’effettiva spesa a fine 2010 (non ancora definitivo…) ci è costato 320.000 euro.
    Soresina nell’Unione pagava una quota di circa 220.000 euro.
    La maggior spesa ha inciso sul bilancio 2010 per 100.000 euro!!".

    C'è bisogno di spiegazioni ? SI.

    Allora..., se Marco Ghirri dice che Soresina dopo l'uscita dall' Unione dei comuni ha avuto una maggiore spesa di € 100.000, questo significa che quando era nell'unione risparmiava € 100.000 ! Allora chi li perdeva questi soldi ? Tutti gli altri comuni dell'unione.
    Pro-quota spendevano di più per far risparmiare Soresina.

    Sono state decisioni politiche (a quel tempo la maggioranza all'unione era di centro-sinista), che hanno avuto il loro impatto economico.

    Maurizio Tadi

    RispondiElimina
  18. #18 03 Novembre 2011 - 20:09

    Meno male un pò di chiarezza. Bravo Tadi, così si controbatte, cifre alla mano, così siamo tutti un pò più dotti.

    Medusa

    RispondiElimina
  19. #19 03 Novembre 2011 - 22:59

    Se l'abbiamo mandata a casa la vecchia amministrazione ci sarà ben stato un motivo. Se avessero fatto un buon lavoro come tante altre amministrazioni del circondario sarebbero ancora in comune, non credete? Sta tutta qui la questione e se questi che ci sono ora non faranno un buon lavoro andranno a casa pure loro. Si rassegni sig. Filippini la sua lista poco o tanto ha già dato ed è stata bocciata, si metta tranquillo e dia spazio ad altri non penserà di avere la bacchetta magica spero.

    Punta spilli

    RispondiElimina
  20. #20 04 Novembre 2011 - 13:45

    Un plauso al sig. Tadi che ora come allora (consiglio comunale) espose "chiaramente" le motivazioni Annicchesi sfociate poi nel distacco dall'Unione. Motivazioni talmente chiare e soddisfacenti che convinsero anche i più scettici.

    &&

    RispondiElimina
  21. #21 04 Novembre 2011 - 23:06



    se non ricordo male questa amministrazione si è proposta come la panacea di tutti i cosi detti mali del nostro paese, in primo gli extracomunitari e la sicurezza, garantendo di ripulire il paese dagli stranieri e di rendere sicuro il paese. Il risultato, che gli extracomunitari sono aumentati, addirittura, come affermato dal sindaco ci sono molti irregolari. La tanto sbandierata convenzione non è mai stata realizzata, lasciando un vigile solo ad occuparsi di tutto, cosa impossibile da realizzare. Purtroppo Sig. Dexter, coloro che potevano avere la possibilità di intervenire, non sono palesemente in grado di farlo; l'assessore alla sicurezza, il così detto “finto cieco” si preoccupa più dei rifiuti della piazzola ecologica e di collocare un suo simpatizzante come addetto, che gestire i veri problemi. Questa è l'amministrazione del “vedremo, valuteremo, penseremo” si sono scordati del “FARE” , quindi ritengo che non ci sia soluzione per poter risolvere i problemi.

    Maurizio Filippini

    RispondiElimina
  22. #22 04 Novembre 2011 - 23:16

    Sig. osservatore, probabilmente anche lei fa parte di coloro che hanno la memoria corta, o per lo meno è più informato delle vicende di altri paesi che Annicco, pertanto le ricordo e la informo che al tempo le condizioni della la strada per Luignano erano buone poiché asfaltata pochi anni prima. Per quanto riguarda la viabilità, nello stesso periodo dove Paderno fece parte delle asfaltature del paese, anche ad Annicco vennero sistemate le strade sia del capoluogo che delle frazioni per un ammontare di spesa di 120.000 €. Quando venne rifatto il tratto di stradale di via Cesare Battisti e via Mario Basiola, con il posizionamento semaforico, l’asfaltatura di tutto il tratto venne pagato dall’amministrazione Provinciale, sebbene fosse di pertinenza del comune essendo parte del progetto di riqualificazione. Pertanto per il nostro comune è stata una partita di giro, essendo i costi dei due interventi simili.

    Maurizio Filippini

    RispondiElimina
  23. #23 04 Novembre 2011 - 23:25

    Ciao Tadi, ben tornato. Devo dirti che da te una disamina così semplicistica non me la sarei mai aspettata.

    Sai benissimo che non è come tu dici, in quanto il risparmio che avevano i Comuni, sai bene, proveniva dalle minore spese, dalle cosi dette sinergie e in maggior parte dai contributi regionali e statali destinati alle Unioni dei Comuni, in più il finanziamento dei progetti realizzati annualmente, solo questi per importi di circa 100.000/150.000 € annui. Risorse perse essendo usciti dall’Unione, delle quali l’attuale amministrazione dovrà prima o poi risponderne.

    Ti saluto, quando ci vedremo mi offrirai un caffè e faremo due chiacchiere.

    Maurizio Filippini

    RispondiElimina
  24. #24 04 Novembre 2011 - 23:35

    Egregio sig. Punta spilli, questo è il suo legittimo pensiero, ovviamente non lo condivido completamente, concordo con lei che sia io che le persone della lista a cui appartengo, in quindici anni di amministrazione, abbia sicuramente dato qualcosa al paese di Annicco. Le rammento che la lista di qui faccio parte a ottenuto qualche consenso, all'incirca come le altre due. Per quanto mi riguarda, essendo stato eletto, avrei dovuto entrare in consiglio comunale, invece ho ritenuto opportuno non accettare l'incarico e dare spazio ad altri membri più giovani della lista. (le consiglio di fare una disamina delle persone che siedono attualmente in consiglio, alcuni dei quali presenti da anni, cambiando liste di volta in volta in base alla convenienza, seguendo il vento come banderuole).
    Le confesso che mi piacerebbe molto avere la bacchetta magica, ma sono diversi anni che non credo più alle favole.

    Maurizio Filippini

    RispondiElimina
  25. #25 05 Novembre 2011 - 00:09

    Maurizio fermati un attimo, prendi fiato.

    ,jhvbkgcx

    RispondiElimina
  26. #26 05 Novembre 2011 - 07:48

    Ciao Maurizio,
    ti ringrazio della sollecita risposta e il caffè te lo pago volentieri.

    Per le due parole ti dico che sono sempre disposto; sono daccordo con te, bisogna pensare discutere e fare.

    Durante la mia breve presenza all'unione dei comuni mi sono accorto che il bilancio dell'unione stessa si reggeva in buona parte sulle multe ai cittadini (per centinaia di migliaia di euro), che reputo una cosa deplorevole (servivano per chiudere in pareggio, altrimenti si creava un buco di bilancio notevole).

    Concordo con te che si incassavano dei contributi regionali e statali.

    QUINDI, per far capire, quando si stende un bilancio preventivo si mettono tutti i costi previsti e tutte le entrate previste e il bilancio si chiude a pareggio.

    Venivano messi tutti i costi dei dipendenti (Impiegati e Vigili), del presidente, degli assessori, dei consiglieri, spese varie, occhiali Rayban per i vigili, bermuda sempre per i vigili, riscaldamento, telefoni, rata mutuo della nuova sede dei vigili (che veniva pagata da tutti i comuni dell'unione e poi alla fine rimaneva di proprietà del comune di Soresina......mah........), ecc.

    Dalla parte delle entrate si mettevano i contributi regionali e statali, la quota che ogni comune pagava all'unione, le multe previste, ecc.

    Come ben sai BUONA PARTE delle MULTE NON viene incassata (per qualche centinaia di migliaia di euro) e una parte dei contributi veniva data ai vigili per i progetti via via approvati.

    Se poi aggiungi i costi degli amministratori, del segretario, dei 2 dipendenti, dei 2 dipendenti part time, nuova sede, riscaldamento, raffrescamento, telefoni, ecc, si raggiunge una cifra molto più alta dei contributi che arrivavano.

    Sono daccordo con te che le sinergie fanno risparmiare, in questo caso specifico NO.

    Il bilancio, da quello che ho visto, si è sempre chiuso in pareggio, ma se alla voce MULTE DA INCASSARE dovessimo togliere quelle che sicuramente non si incassano più cosa succederebbe ?

    Si renderebbe palese la quantità di denaro persa negli anni e si capirebbe chiaramente a quanto ammonta il COSTO DELLE SINERGIE come tu le hai chiamate, che costringerebbe, pro quota, tutti i vari comuni dell'unione a versare soldi per ripianare.

    Voglio specificare che non è un attacco personale, io sono certo che tu hai amministrato meglio che potevi, ma solo una constatazione di un dato di fatto, in quanto la gestione accentrata era troppo onerosa.

    Ho voluto fare una disamina meno semplicistica.

    Voglio far notare in ultima analisi che queste cose le ho sempre dette nelle sedi appropriate e per questo sono stato accusato di dire cose non vere.

    I bilanci, però, sono sempre lì, pronti per essere consultati.

    Ultima precisazione : cosa è successo all'unione dopo la mia uscita, non lo sò.

    Maurizio Tadi

    RispondiElimina
  27. #27 05 Novembre 2011 - 12:40

    Bene sig. Tadi, sono con lei!!
    Crerdo sia giunto il momento di spiegarle chiaramente queste cose agli annicchesi, perchè via gli addetti ai lavori, tanti cittadini non sanno nulla di queste cose. Non sanno che basta mettere nel bilancio dell'anno prossimo 10 milioni di euro di multe e di colpo figuriamo tutti milionari. Da buoni politici "molti" si guardano bene dal segnalare ai propri elettori o simpatizzanti questi semplici, banali passaggi. In questo modo, volendo, puoi risanare per anni amministrazioni e enti indebitati fino al collo. L'Italia si sta stancando di questo tipo di politica, c'è voglia e bisogno di chiarezza e sincerità, la barca sta facendo acqua ma molti, dico troppi, continuano con la storiella dei bilanci sani e per di più pubblici. È ora di cambiare questo modo di far politica completamente dipendente dai partiti, deve se non hai le spalle coperte o non vendi l'anima a qualche politico che conta non riesci a realizzare nulla per il tuo paese.

    L'osservatore

    RispondiElimina
  28. #28 07 Novembre 2011 - 04:13

    Maurizio, devo dissentire da quanto hai scritto e ritengo sia fazioso.
    Tutti i bilanci sono costituiti da entrate e uscite .
    Le uscite contengono tutti i costi di gestione (costi che tu hai ripetuto due volte), personale dipendente, amministratori, ecc., e spese per servizi e attrezzature, cosa ovvia visto che se si acquistano beni e o servizi bisogna pagarli e chi lavora deve essere retribuito.
    Per quanto riguarda la sede dell'Unione tengo a ricordarti che il comune di Soresina a imposto di lasciare liberi i locali che la precedente amministrazione aveva concesso in uso gratuito. Da qui è sorta la necessità di trovare una nuova sede e quindi pagare un affitto. I locali proposti dall'amministrazione soresinese, dopo varie trattative, erano economicamente più convenienti che affittare altri locali.
    L'altra cosa sono le sanzioni; l'importo a bilancio relativo alle sanzioni è stato calcolato in base all'accertato degli anni precedenti, quindi un'entrata certa. Le multe non incassate ammontavano a circa il 2 % delle sanzioni. Le multe introitate devono essere messe a bilancio ovviamente come entrate.
    Ti ricordo che i comuni, unioni, ecc. non sono aziende private le quali devono chiudere i bilanci in attivo per poi distribuire il dividendo a i soci o agli azionisti, invece questi enti pubblici devono utilizzare le risorse introitate per dare servizi ai cittadini. Un ente pubblico non deve avere utili, deve chiudere il bilancio a pareggio,se così non fosse vorrebbe dire che chi amministra, amministra male, perchè non spende le risorse a beneficio dei cittadini.

    Maurizio Filippini

    RispondiElimina
  29. #29 07 Novembre 2011 - 04:14

    Complimenti Sig Osservatore, lei sta dando cattiva informazione; quando terminano gli argomenti oggettivi si passa alla demagogia.

    Maurizio Filippini

    RispondiElimina
  30. #30 07 Novembre 2011 - 18:06

    Ma come si fà a dire che solo il 2% delle sanzioni non è stato incassato quando le medie nazionali parlano di almeno il 30 %.
    Riguardo alla convenienza o meno di Soresina ad uscire dall'Unione, vorrei far presente che i famosi 100 mila euro di disavanzo, in parte si sono resi necessari per la riorganizzazione della sede e l'acquisto di un veicolo. Tali spese , quando si decide un distacco, devono essere prese in considerazione anche se solo iniziali.
    CICCIA NIC

    RispondiElimina
  31. #31 09 Novembre 2011 - 18:36

    Ciao Maurizio,
    riporto una tua frase :

    "Le multe non incassate ammontavano a circa il 2 % delle sanzioni."

    Chiedo scusa ma non sò la percentuale, ma dato che i bilanci sono pubblici, le multe elevate e non incassate al 31/12/10 erano pari a € 180.383.

    Prendendo per buona la percentuale da te indicata (2%), il valore delle multe elevate dovrebbero essere peri ad € 9.019.150..

    Se questo fosse vero ci sarebbe da spaventarsi.......

    Dato che è praticamente impossibile, la percentuale sarà sicuramente molto più alta di quella da te indicata.

    Prendendo per buona la percentuale del 30% indicata da CICCIA NIC nel post 30, le multe elevate dovrebbero essere pari a € 601.276.

    Se questa fosse la realtà posso ribadire che il bilancio si reggeva sui soldi delle multe.

    Maurizio Tadi

    RispondiElimina
  32. #32 10 Novembre 2011 - 12:44

    Bravissimo e sagace come sempre il nostro Maurizio Tadi, complimenti!

    Medusa

    RispondiElimina
  33. Sig. CICCIA NIC per quanto riguarda le sanzioni e per l'aumento di spesa sostenuta dal comune di Soresina i bilanci parlano.

    Maurizio Filippini

    RispondiElimina
  34. #34 10 Novembre 2011 - 23:59

    Maurizio, ti consiglio di riguardarti il bilancio. Se non ricordo male, a bilancio l'importo delle multe era di circa 150.000 €, stando a quanto affermi non è stata incassata una somma maggiore di quanto e stato sanzionato (multe fatte).

    Maurizio Filippini

    RispondiElimina
  35. #35 11 Novembre 2011 - 08:43

    Non mi hai risposto : sei tu quello che dice :

    "Le multe non incassate ammontavano a circa il 2 % delle sanzioni."

    Ora aggiungi un nuovo tassello dicendo che a bilancio le multe erano circa € 150.000.

    Allora : il 2% (come tu stesso hai detto) di € 150.000 è pari a € 3.000,
    peccato che la somma non incassata al 31/12/10 (il bilancio parla...) sia di € 180.383.

    Adesso che tutto è chiarito possiamo parlare di altre cose ?

    Chi vuole suggerire un argomento ?

    Maurizio Tadi

    RispondiElimina
  36. #36 11 Novembre 2011 - 13:23

    se ci sono stati sprechi ( vedi bermude, raiban e varie) , nessuno controllava?
    qualcuno avrà ben avvallato le fatture.
    CICCIA NIC

    RispondiElimina
  37. #37 11 Novembre 2011 - 13:57

    Se fosse andato tutto bene come alcuni vogliono far credere ora non saremmo giunti qui sig. CICCIA NIC, non sembra anche a lei?
    &&

    RispondiElimina
  38. #38 11 Novembre 2011 - 21:07

    Signori mi avete atrofizzato i maroni con questa infinita diatriba sulle multe e i relativi bilanci, sembra che abbiate fatto parte di 2 unioni diverse, l'unico auspicio è che entrambi ( Tadi e Filippini ) non vi occupiate più della politica annicchese lasciate spazio ad altri, avete fatto il vostro tempo e i vostri disastri sono sotto gli occhi di tutti. Largo a persone più giovani, più motivate e non alla continua ricerca di rivincite personali.

    LANCILLOTTO

    RispondiElimina
  39. #39 11 Novembre 2011 - 21:15

    Voglio fare una considerazione,se come sostiene il sig.Tadi la gestione favoriva economicamente Soresina perchè l'amministrazione Armelloni ha abbandonato l'ente in cui era il comune di riferimento?
    L'eventuale "nuova unione"(area di funzione integrata) siamo sicuri che favorisca i centri minori come Annicco e Paderno ?
    Non sarebbe stato meglio proseguire con quell'ente magari modificando alcuni aspetti amministrativi piuttosto che ricominciare tutto con i problemi che ne derivano?

    TITA NIC

    RispondiElimina
  40. #40 12 Novembre 2011 - 07:47

    Bravissimo Lancillotto, sono daccordo con te, fatti avanti, c'è bisogno di gente come te......più giovane, più motivata e che non ha ancora fatto disastri.
    mt

    RispondiElimina
  41. #41 12 Novembre 2011 - 13:04

    C'è bisogno di facce nuove e di una politica nuova, sganciata dai vari Torchio e similari. Si è stanchi delle solite balle condite di bilanci in regola e piazze colobrodo con annesso palazzi fatiscenti, fatti passare come "investimenti lungimiranti". Parliamo dei veri interessi degli annicchesi.
    utente anonimo

    RispondiElimina
  42. #42 17 Novembre 2011 - 04:46

    Concordo appieno che ho fatto il mio tempo e dovrei lasciare spazio ai giovani.
    Sono certo che il Sig. Lancillotto, il Sig. mt, ecc., visto i concetti e la terminologia con la quale si esprimono, dovrebbero impegnarsi attivamente per il nostro paese, sarebbero sicuramente ottimi consiglieri o assessori (se non lo sono già)....nelle fila di questa amministrazione.

    Maurizio Filippini

    RispondiElimina
  43. #43 17 Novembre 2011 - 11:10

    L'alternanza politica; questo pilastro portante della democrazia non è esente (secondo me) da piccoli difetti, infatti quando un'amministrazione viene bocciata dai propri cittadini viene bocciata in toto. Tutti se ne devono andare, dal sindaco all'ultimo consigliere. Purtroppo, e lo dico con convinzione, se ne deve andare anche chi ha fatto bene nel proprio settore. In un qualunque team sportivo, e non solo, se qualche cosa non ha funzionato a livello umano si cambiano quelle persone ritenute meno "adatte" migliorando costantemente il livello del team. In politica no, questo non succede. Si ricomincia da zero, con tutte le incognite che da sempre contraddistinguono le nuove "generazioni di politici". Non credo sig. Filippini che, come qualcuno afferma, Lei abbia fatto il suo tempo, se crede di avere ancora risorse da dare al suo paese è giusto che si rimetta in gioco. Concludo invitando gli annicchesi a partecipare, ognuno con le proprie specificità e sensibilità, al miglioramento sociale ed ambientale del proprio paese, senza necessariamente entrare in politica.

    Daniele V.

    RispondiElimina